Luserna Vs Vittorio Veneto

Luserna 2 - 3 Vittorio Veneto
21 nov 2015 - 14:30Venaria C.Don G.Mosso

Tripla (cara)Mella espugna Torino

Quarta gara di campionato, la seconda in trasferta dopo un mese di partite casalinghe. 150 circa gli spettatori che sono accorsi allo stadio Don Giacomo Mosso di Venaria Reale, in una giornata soleggiata ma con un fastidioso vento gelido.
La partita inizia con uno studio attento ed accurato da entrambi i lati del profilo tattico, il Luserna spinge molto alto e cerca di sfondare innescando gli esterni, mentre il Vittorio Veneto cerca di difendersi e ripartire in contropiede.
Al 5’ Casagrande sbaglia il cross sull’out di destra, il pallone disegna una strana traiettoria colpendo la traversa. È il primo squillo della gara.
Al secondo squillo è già gol, passa in vantaggio la squadra di casa: un gran lancio in verticale di Favole trova tra le linee della difesa ospite il numero 10 Spanu che si incunea verso la porta, scarta Reginato e accompagna la palla in rete.
L’inizio non è dei più belli per la compagine vittoriese che deve subito rimontare, dopo appena 6 minuti.
Ma la Permac non demorde e reagisce subito, ancora con Casagrande che di testa, al 10’, ha una gran occasione, l’attento numero 1 piemontese però blocca senza problemi.
Le Tose soffrono soprattutto le incursioni delle esterne alte biancoverdi, Spanu a destra e Moretti a sinistra. Continua infatti a spingere il Luserna cercando il raddoppio, schiacciando nella propria metà campo le ragazze di mister Fattorel.
Al 15’ bello lo scambio nello stretto tra Barbieri e Spanu porta quest’ultima in una buona posizione per cercare il tiro, tiro che però finisce tra le braccia di Reginato.
Al 20’ altra ghiotta occasione per Tudisco che dal vertice sinistro disegna un’insidiosa parabola che però termina di poco a lato.
La prima regola del calcio si avvera e così al 22’ c’è il pareggio rossoblu con Mella, Simeoni dopo una lunga cavalcata da centrocampo arriva sul fondo, serve Sara in area. La numero 6 vittoriese ci crede, lotta, recupera la sfera e calcia di destro in porta gonfiandola.
Al 24’ altro grande momento di commozione e gioia nelle file del Vittorio Veneto, a causa di un problema muscolare Casagrande è costretta ad uscire. Al suo posto entra la numero 2, la veterana, la bandiera rossoblu: Roby Piai.
Dopo il pareggio la Permac prende fiducia dei propri mezzi e inizia a sfruttare la fascia destra, chiave fino a questo momento del successo. Ci crede e prova a costruire, palla a terra, nuove occasioni per inserire la freccia e superare il Luserna.
Il vantaggio arriva al 39’ sempre con lei, Sara Mella, sfornando la doppietta personale. Calcio di punizione proibitivo da 40 metri per capitan Da Re trova la testa di De Martin che spizza la palla verso Mella che di testa lotta contro il difensore biancoverde e al secondo tocco insacca di prepotenza.
Passano soli due minuti e il Luserna agguanta il pari, Spanu dall’out destro cerca e trova Trapani appena fuori dall’area che ha il tempo di prendere la mira e sparare un siluro che si va ad insaccare nell’angolino basso alla sinistra di un’incolpevole Reginato.
Finisce in parità il primo periodo di gara, 2-2.

La ripresa inizia con le squadre molto corte, entrambe alla ricerca del gol che porterebbe al vantaggio.
Al 7’ Cisotto ha un pallone da 1 milione di dollari, a tu per tu col portiere però strozza il tiro, che diventa facile preda del portiere.
Al 15’ mister Fattorel vuole portare a casa il massimo, decide di aumentare il peso offensivo inserendo Bottoli per Zanella.
Botta e risposta su punizione al 17’ e 19’ tra Manzon e Favole, entrambe però finiscono alte.
Al 37’ altra gran occasione sui piedi della numero 8 Favole, dal limite sinistro dell’area spara a giro sul secondo palo, bellissimo il riflesso della numero 1 Reginato che in tuffo devia in angolo.
Sembrava finita, un punto accontentava tutte e due, ma Sara Mella non era soddisfatta della doppietta, voleva portarsi a casa il pallone. Al 43’ bomber De Martin serve nuovamente la numero 6 che si inventa un pallonetto che gonfia nuovamente la rete avversaria. È tripletta e vittoria.
Finisce così la gara, con i primi 3 punti in A della squadra vittoriese.

S.Bernardo Luserna 2 – 3 Permac Vittorio Veneto
S.Bernardo (4-3-3): Serafino, Mazzuchetti, Falbo, Bosi, D’Ancona, Di Lascio, Tudisco, Spanu, Favole, Moretti, Barbieri. A disp. Asteggiano, Putti, Cantoro, Massarelli, Trapani, Favole, Malatesta. All. Tatiana Zorri.
Permac (4-3-3): Reginato, Casagrande, Virgili, Da Re, Perin, Manzon, Zanella, Simeoni, Cisotto, De Martin, Mella. A disp. Cazzaro, Piai, Mantoani, Bottoli, Barzan, Cutifani, Cettolin. All. Sergio Fattorel.
Arbitro sig. Emmanuele di Pisa

Una stratosferica Mella regala 3 punti e sorrisi ai tifosi rossoblu. Il Vittorio Veneto agguanta così in classifica le piemontesi e il Bari a quota 3, togliendosi dall’ultima casella della classifica. Prossima gara sabato in casa contro il S.Zaccaria, per continuare a sognare.

Le interviste post gara: