Casarotto: “Entusiasta y consciente, pero todavía es largo, experto Permac e insidioso”

Que levante la mano la Primera Clase. La 25la Giornata della Serie Cadetta pone, sul percorso ancora irto delle Tose verso il finale di stagione e gli obiettivi di un anno di lavoro, l’ostacolo più duro, la squadra da battere, la dominatrice pratica e statistica del Girone C: la capolista Pro San Bonifacio.

Le rossoblu scaligere, allenate da Moreno Dalla Pozza, con il successo casalingo in extremis nello scontro diretto con il Castelvecchio, hanno sensibilmente avvicinato l’obiettivo Playoff Promozione portandosi la +7 sulle romagnole con una gara da recuperare. 12, a parità di incontri disputati, sono invece le lunghezze di vantaggio sul Permac, sconfitto 3-1 en rimonta a San Bonifacio dopo aver chiuso il tempo in vantaggio grazie ad una marcatura di Greta Ponte.

Ad evidenziare ulteriormente le credenziali delle veronesi ci pensano altri dati numerici: 1 sola sconfitta stagionale in campionato (a inizio febbraio a San Marino), 4 vittorie nelle ultime 4 partite senza subire gol, migliore attacco (68 Objetivos) e miglior difesa (10 sufrido) del torneo. Sentiamo allora dal capitano Cristiana Casarotto, '93 clase, come si vive l’attesa del big Match di domenica nella Città della Vittoria.

Contro il Castelvecchio sono arrivati per voi 3 punti pesantissimi, che a 7 partite dal gongrecupero ad Imola compresosuonano quasi come una sentenza.

Quella di domenica scorsa è stata una partita difficile, abbiamo giocato con grinta e determinazione e siamo riuscite a portare a casa l’intera posta in palio a pochi minuti dalla fine. Siamo soddisfatte sia della nostra prestazione sia del suo effetto sulla classifica, visto l’allungo proprio sul Castelvecchio nostro principale inseguitore. Certamente non possiamo permetterci di crogiolarci sugli allori, abbiamo già archiviato quanto di buono fatto in quel Match e da martedì abbiamo iniziato a preparare, con la massima concentrazione, la sfida che ci attende domenica.

A Vittorio Veneto troverete una squadra in buona forma e in piena lotta per i propri obiettivi stagionali.

Il Permac è una squadra con una certa esperienza e ha dimostrato di essere in grado di lottare per il podio in più occasioni. Sarà una partita sicuramente molto combattuta, starà a noi approcciarla al meglio e dare il massimo per ottenere un buon risultato.

I numeri, la posizione in classifica: tutto dice che siete la squadra da battere di questo campionato. Quando avete raggiunto la consapevolezza dei vostri mezzi in questa stagione e in cosa potete migliorare ancora da qui all’epilogo del campionato?

Le vittorie negli scontri diretti hanno portato sicuramente entusiasmo e una maggiore sicurezza nei nostri mezzi, ma non dimentichiamo che da qui a fine stagioni ci attende ancora un percorso molto lungo ed insidioso. Ogni partita sarà come una finale, qualsiasi sia la squadra avversaria che ci troveremo davanti. Per questo dobbiamo continuare a migliorarci senza accontentarci mai: solo così, en mi opinión, potremo davvero raggiungere gli obiettivi prefissati.

Deja una Respuesta