Vittorio Veneto Vs Brescia

Vittorio Veneto 0 - 2 Brescia
06 feb 2016 - 14:30Stadio Paolo Barison

Il Brescia si prende i 3 punti al Barison

Via al girone di ritorno e secondo match casalingo consecutivo per il Permac, che allo stadio Paolo Barison di Vittorio Veneto riceve il Brescia, vicecampione d’Italia uscente e presenza nel terzetto di testa del campionato accanto a Mozzanica e Fiorentina. Le Tose padrone di casa, reduci da un doppio sfortunato stop di misura contro Riviera di Romagna e Tavagnacco, affrontano davanti a circa 350 spettatori una squadra reduce da sette risultati utili consecutivi e con molte giocatrici in pianta stabile nell’organico della Nazionale Maggiore e di quelle giovanili.

Ancora problemi di formazione per Mister Fattorel, che ritrova dopo il turno di squalifica Virgili e Da Ros in difesa ma perde nello stesso reparto Casagrande, bloccata in infermeria alla pari di Furlan, Barzan, Da Re e Cisotto. Davanti a Giulia Reginato spazio quindi alla coppia centrale Virgili-Perin con Da Ros dirottata a sinistra e Simeoni sul lato opposto. Si rivede Viola Cutifani in posizione di regista davanti alla difesa, centrocampo a 4 con Cettolin e Manzon mezze ali e Zanon e Mella sugli esterni, De Martin è l’unica punta. Tra le ospiti, Mister Bertolini opta per un moderato turnover con Mele preferita all’acciaccata Girelli e la conferma di Williams a sinistra in mezzo al campo nel classico 3-4-1-2, marchio di fabbrica delle Leonesse bresciane. In panchina si rivede Alborghetti, ormai ristabilita dal problema al tendine d’Achille.

Il canovaccio tattico della partita appare piuttosto chiaro sin dal calcio d’inizio, con le ospiti a tentare di imporre da subito il loro gioco e le rossoblu ad operare prevalentemente di rimessa. Alla prima occasione del match, al 7‘, il Brescia è bravo e fortunato a trovare il gol del vantaggio: traversone dalla destra di Bonansea, Virgili e Reginato pasticciano nell’area piccola con la centrale che di testa anticipa il proprio portiere, consegnando di fatto il pallone a Williams. Niente di più facile per la numero 2 biancazzurra, appostata all’altezza del secondo palo, infilare di piatto sinistro la sfera all’interno della porta rossoblu. La risposta delle Tose è in un tentativo di controbalzo di Mella al 14‘, ben lanciata in profondità da Da Ros, che finisce largo di un paio di metri alla sinistra di Ceasar. Si tratta però di un lampo che non trova seguito, perché il pallino del gioco e le occasioni pericolose rimangono prerogativa delle ospiti lombarde. Al 16‘ ancora Williams, stavolta da fuori area, chiama all’intervento Reginato. L’estremo difensore di casa, peraltro non in perfette condizioni fisiche, è provvidenziale al 28‘ deviando in angolo una conclusione di prima dal limite di Cernoia resa insidiosissima dall’involontario intervento di Perin. Il Permac si difende con ordine ma non riesce a ripartire, mentre le ospiti tentano ora con maggiore veemenza di trovare la porta di Reginato con tentativi dalla distanza, come quello di Linari al 44′ che lambisce il palo alla destra del numero 1 vittoriese. Proprio in chiusura di tempo, un altro errore difensivo porta il Brescia ad un soffio dal raddoppio: un retropassaggio errato di Perin manda in porta Sabatino, abile a saltare Reginato, ma la conclusione della numero 9 bresciana è miracolosamente ribattuta da Virgili proprio sulla linea di porta.

La ripresa si apre ancora con il Brescia subito in pressione sulla retroguardia del Permac, Virgili è nuovamente provvidenziale al 3′ con un intervento in spaccata sulla conclusione da dentro l’area di Sabatino. La prima punta lombarda è molto attiva e al 9′ spedisce di testa alto di poco su corner dalla sinistra di Cernoia. Mister Fattorel prova a mischiare le carte rinunciando al regista (Cutifani) e inserendo Mantoani, ridisegnando la squadra con un 4-5-1 per dare maggiore solidità al centrocampo rossoblu. Ma prima, al 13′, Tarenzi e la neoentrata Boattin non trovano la deviazione vincente di testa da pochi passi sul cross di una straripante Bonansea; poi, un minuto dopo, proprio Tarenzi si avventa su un pallone vagante dopo una mischia in area su calcio d’angolo trovando la conclusione vincente di sinistro alle spalle di Reginato e regalando il 2-0 alle ospiti.
Bonansea è ispirata e al 18’ centra un nuovo invitantissimo pallone dalla destra trovando libera Tarenzi al limite dell’area piccola. Il tiro dell’attaccante è parato da Reginato. La numero 1 di casa rimane protagonista respingendo in uscita bassa al 26′ un tentativo di Sabatino all’altezza del dischetto del rigore. Mister Fattorel getta nella mischia anche Piai e Ponte per Cettolin e De Martin, ma il Permac rimane sterile nelle sue proiezioni offensive ed anzi, ad un minuto dal novantesimo, è Rosucci a sfiorare la rete con un piatto destro in area dopo corta respinta della difesa, ma Reginato si oppone nuovamente di piede negando il possibile tris alle avversarie.

Finisce 2-0 dunque per le Leonesse, che salgono a quota 29 in classifica senza perdere contatto da Fiorentina e Verona. Per le Tose è il terzo k.o. consecutivo e sabato prossimo la trasferta a Bari diventa ancor più di un’importanza assoluta e fondamentale.

Permac Vittorio Veneto 0-2 Brescia Femminile

Permac (4-1-4-1): Reginato; Simeoni, Virgili, Perin, Da Ros (c); Cutifani (51′ Mantoani); Zanon, Cettolin (75′ Piai), Manzon, Mella; De Martin (86′ Ponte). A disp: Canzian, Bianco, Tonon, Zandomenichi. All: Sergio Fattorel.

Brescia (3-4-1-2): Ceasar; Gama, D’Adda, Linari; Bonansea (84′ Lenzini), Cernoia (c), Rosucci, Williams (54′ Boattin); Mele (69′ Girelli); Tarenzi, Sabatino. A disp: Ghio, Alborghetti, Serturini, Eusebio. All: Milena Bertolini.

Arbitro: Sig. Davide Santarossa di Pordenone.

AA1: Sig. Massimo Mel di Conegliano; AA2: Sig. Nicodemo Morrone di Treviso

Le statistiche della gara

La classifica aggiornata

Le interviste post-gara