Player Profile

Gaia Maria Sovilla

18 Attaccante

Nationality :Italiana
Date Of Birth :1999
Height :167
Weight :59
  • ATPosition
  • 13Games Played
  • 214Minutes Played
  • -Starts
  • -Substitution On
  • -Substitution Off
  • -Passes
  • -Passing Accuracy
  • -Passing Accuracy opp. Half
  • -Duels Won
  • -Duels Lost
  • -Duels Won (%)
  • -Aerial Duels Won
  • -Aerial Duels Lost
  • -Aerial Duels Won (%)
  • -Recoveries
  • -Tackles Won
  • -Tackles Lost
  • -Tackles Won (%)
  • -Clearances
  • -Blocks
  • -Interceptions
  • -Penalties Conceded
  • -Fouls Won
  • -Fouls Conceded
  • -Yellow Cards
  • -Red Cards
  • 1Goals
  • -Penalty Goals
  • -Minutes Per Goal
  • -Total Shots On Target
  • -Total Shots Off Target
  • -Shooting Accuracy
  • -Successful Crosses
  • -Unsuccessful Crosses
  • -Successful Crosses (%)
  • -Assists
  • -Chances Created
  • -Penalties Won
  • -Offsides

Nome? Cognome? Età?
Gaia Maria Sovilla, 15 anni.

Da quanti anni giochi a Vittorio?
E’ il mio primo anno al Vittorio questo.

Ruolo?
Attaccante

Hai mai giocato in altre squadre? Quali?
Sì, nel Sois, la squadra maschile del mio paese.

Hai mai partecipato a rappresentative? Nazionali? under17? under 19? ..
Sì, due anni fa sono stata a San Marino con la rappresentativa regionale.

Cosa ricordi in particolare di quell’esperienza?
La possibilità di confrontarmi con le migliori calciatrici italiane della mia età.

Un goal o una partita che ti sono rimasti nel cuore 
Un goal che mi è rimasto dentro è sicuramente quello che ho fatto ad un torneo giovanile contro l’Udinese; una partita invece è quella che, anche se amichevole, ho giocato allo stadio Bentegodi di Verona.

Qual è la peggior cosa che ti sia mai capitata durante una partita?
Una cosa davvero brutta che mi è successa è stata quando durante una partita ci venne assegnato un calcio di rigore, lo segnai, ma l’arbitro lo fece ripetere e io a quel punto lo sbagliai, mi ha demoralizzato tantissimo questo episodio.

Ruolo preferito che più ti esalterebbe
Il mio.

Cosa fai nella vita, studi o lavori?
Studio lingue al liceo.

E’ complicato (o lo è stato) per te conciliare lo studio/lavoro con lo sport?
Di sicuro non è semplicissimo conciliare le due cose, ma mi sto mettendo di impegno per riuscirci.

Dai dicci qualcosa della tua vita privata…
No comment…

Cosa vorresti fare nella vita a livello lavorativo?
Mi piacerebbe lavorare nella polizia…ma è ancora presto per pensarci.

I tuoi propositi futuri e il sogno della vita?
Beh, intanto vorrei finire bene le superiori…poi si vedrà insomma.

Come ti immagini tra 10 anni?
Spero con un lavoro.

Hai praticato altri sport?
Sì, da piccola nuoto e karate.

Perché hai scelto il calcio?
Perché mi divertivo molto di più che negli altri sport.

Com’è nata la tua passione?
Ero troppo piccola, non me lo ricordo….

Qual è la tua squadra del cuore? e il tuo calciatore preferito?
La mia squadra del cuore è il Milan, calciatore preferito, e anche idolo Fernando Torres.

E per quanto riguarda altri sport?
Mi piace molto seguire altri sport alla tv come, tuffi, moto, tennis, sci, atletica…

Altri hobby al di fuori del calcio?
Se, leggere, guardare film e serie TV si possono definire hobby allora sì.

La situazione del calcio femminile in Italia non è delle più rosee, cosa ne pensi?
Penso che il calcio femminile in Italia sia molto sottovalutato. C’è troppa differenza tra il maschile ed il femminile.

Ti sei mai sentita discriminata nel mondo dello sport?
No, mai per adesso, e spero non succeda neanche in futuro.

Le differenze tra calcio maschile e femminile?
Il calcio maschile è prima di tutto business e questo secondo me toglie alcuni valori che invece nel femminile restano intatti.

Cosa diresti alla mamma di una bimba a cui piace giocare a calcio?
Che la mandi a giocare.

Una parola/giudizio su cos’è per te il calcio
Divertimento e passione.

Una parola/giudizio su questa magnifica squadra
Una squadra stupenda, unita.

Il tuo rapporto con le compagne di squadra, in campo e fuori?
Bellissimo, mi hanno accolto subito bene e mi hanno fatto sentire parte di questo gruppo.

Cosa ti ha convinto a scegliere Vittorio?
Ho scelto Vittorio perchè mi ha fatto molto piacere l’interesse mostrato per me da parte della società, ma anche perchè mi sono trovata subito bene con società e ragazze.

Cosa ne pensi di mister e staff (senza usare il politichese)?
Penso che lo staff sia molto ben organizzato e preparato, e che il mister ci aiuti molto negli allenamenti e nelle partite anche con il dialogo. Una gran bella famiglia.

Cosa spinge una ragazza a fare su e giù Belluno Vittorio per allenarsi/giocare?
La passione.

Cosa dice la tua famiglia di questa avventura?
Mi aiutano molto, e mi appoggiano sempre e per questo gli sono molto grata.

Descriviti a livello calcistico?
Non lo so.

I tuoi propositi/obbiettivi per questa stagione?
In questo mio primo anno a Vittorio intanto vorrei cercare di migliorarmi molto, e poi ovviamente cercare di vincere il campionato!