Speciale Cantera: intervista a Gaia Maria Sovilla

Dal 2014 veste la maglia rossoblù con passione e dedizione, lavorando in silenzio e dando sempre una mano alle compagne, trasportando così sul campo lo spirito da “poche parole e molti fatti” tipico dei bellunesi come lei. Arrivata dal Sois, dove ha iniziato a muovere i primi calci a 6 anni con i pari età maschi, l’attaccante di Belluno si è subito fatta notare, esordendo con la Prima Squadra in Coppa Italia nel settembre 2014 contro il Pordenone, allora allenato proprio da Mister Toffolo.
“Togliamoci gli occhiali da sole” per conoscere più da vicino il capitano della Juniores rossoblù: Gaia Maria Sovilla.

Ti stai dividendo, come tua “abitudine”, tra Prima Squadra e Juniores. Che clima si respira nelle due formazioni vittoriesi?
Quest’anno, in entrambi gli spogliatoi, c’è tanta voglia di rivincita e rivalsa. Vogliamo andare a riprenderci quello che nelle ultime stagioni ci è sfuggito, perché sappiamo di avere le qualità e la preparazione adatte per farlo.

Essere capitano di una squadra dà sempre soddisfazioni: come vivi il ruolo?
È la seconda volta che mi trovo in questo ruolo nelle giovanili del Vittorio e quest’anno sto cercando soprattutto di aiutare le più giovani, sia a livello calcistico che a livello di spogliatoio, con l’esperienza maturata in prima squadra nel corso degli ultimi anni.

Sei un esempio di giocatrice che dà il massimo in campo ma anche sui libri – nel tuo futuro una laurea in medicina: è vero che lo sport aiuta il rendimento scolastico?
Per me è sempre stato così. Avere l’impegno calcistico mi ha aiutato ad organizzarmi meglio il tempo per lo studio, ma è stato fondamentale anche in un altro senso; lo sport ti aiuta a staccare la mente e pensare ad altro al di fuori della scuola, che va sempre bene per ricaricare le batterie.

Qual è il tuo obiettivo per questa stagione?
L’obiettivo è sempre dare il massimo in ogni allenamento per arrivare al meglio alle partite. In particolare vorrei aiutare le più piccole a togliersi qualche soddisfazione con la Juniores e mettere in difficoltà il mister in Prima Squadra cercando più spazio.

Consiglia ai tifosi rossoblù una bella canzone da ascoltare ;)
Ne avrei tante…quindi consiglio quella che ascolto prima delle partite per darmi la giusta carica: Pace di Fabrizio Moro.