Focus On: ASD Riozzese

Decimo appuntamento stagionale con “Focus On”, questa settimana alla scoperta di protagoniste, statistiche e curiosità sulla Riozzese, avversaria di giornata delle Tose nell’impegno numero dieci - il penultimo, per quanto concerne il girone d’andata – del calendario di Serie B ’19-’20.

Rappresentanti della piccola frazione di Riozzo, nel comune meneghino di Cerro al Lambro, le sorprendenti rosanero guidate in panchina da mister Roberto Salterio hanno conquistato tramite ripescaggio il diritto a prendere parte alla corrente stagione cadetta, dopo aver chiuso al primo posto – proprio davanti al Permac – il Girone B di Serie C della scorsa stagione, senza però riuscire a superare lo scoglio dei playoff promozione (doppia sconfitta, contro San Marino Academy nel primo turno e Milan Ladies ai calci di rigore). La successiva mancata iscrizione, tra le altre, delle rossonere alla Serie B ha permesso alla compagine del presidente Mileto Faraguna di accedere alla categoria superiore, in piena comunione di destini con le vicende sportive delle rivali vittoriesi.

Nei primi turni di questo campionato, le lombarde si sono issate sino al quarto posto in graduatoria a quota 15 punti, frutto di 4 vittorie – in trasferta al cospetto di Ravenna e Chievo, a domicilio con Cesena e Perugia – 3 pari - contro Roma, Novese e Napoli - e 2 k.o. – a San Marino e in casa con la Lazio. Nonostante la classifica apparentemente smagliante, le rosanero hanno conquistato contro il Perugia fanalino di coda l’unico successo degli ultimi cinque incontri, evidenziando qualche crepa difensiva di troppo al punto da porsi come terza peggior retroguardia del campionato, preceduta solo da quelle di Novese e Perugia stesso.

Impossibile dimenticare i precedenti della scorsa annata tra Tose e meneghine, tra duelli rusticani in campionato e i discussi misunderstanding nel penultimo atto della Coppa Italia di categoria. Il doppio confronto nella regular season di Serie C ha regalato gol e spettacolo soprattutto nella gara d’andata al Barison, un 3-3 figlio di sorpassi e controsorpassi nel punteggio, aperto dalle reti di Piai e Zanon nel primo tempo ribaltate dalle marcature di Codecà, Pedrelli e Ridolfi ad inizio ripresa, sino alla rete del definitivo pari ad opera dell’esordiente rossoblù Giada Tomasi. Meno equilibrata la sfida del girone di ritorno a Cerro al Lambro, decisa a campionato ormai rogitato dalle marcature di Grumelli e Dossi. Del (mancato) doppio confronto in Coppa va citata – per onor di firma – la gara d’andata al Barison conquistata dalle ospiti grazie alla zampata di Edoci, prima del ben noto epilogo balzato agli onori della cronaca sportiva nazionale.

Tra le protagoniste in maglia rosanero spicca la bomber assoluta della scorsa stagione di C, già a suo agio anche nell’impatto con la categoria superiore: l’ariete offensivo classe ’93 Biancamaria Codecà, 12 centri nel primo scorcio di esperienza a Riozzo e 6 reti complessive in 9 presenze da settembre ad oggi. Ad irrobustire la pattuglia delle top scorer lombarde si è aggiunta dall’estate l’ex Inter Alessia Rognoni, vice capocannoniere dell’intero campionato cadetto con 9 gol stagionali, ovvero il 50% dell’intera somma di marcature (18) messe a segno sino a questo punto dalla formazione della provincia di Milano.

Leave a Reply